Pannello recupero vernice a freddo fisso

Il pannello di recupero vernice  è stato studiato e progettato per poter recuperare la maggior parte di over-spray (prodotti idrosolubili) che normalmente si disperdono nelle comuni cabine di verniciatura. E’ costituito da un pannello in acciaio INOX aisi 304 a cui viene applicata una pellicola antiaderente in vetro-teflon ad alta resistenza con la capacità di facilitare la colatura della vernice verso un apposito contenitore. Il principio di funzionamento è basato sulla condensazione dell’umidità presente nell’aria tramite l’abbassamento della temperatura della parete stessa: il funzionamento dunque è completamente statico e ciò permette di non alterare le caratteristiche chimico-fisiche delle vernici con conseguente riutilizzo delle stesse senza la minima aggiunta di additivi. Al termine della sezione di lavoro e prima di spegnere il sistema di refrigerazione il pannello di recupero viene  pulito con una comunissima racla lava-vetri.

Pannello di recupero vernice a freddo mobile

Il pannello di recupero vernice  è stato studiato e progettato per poter recuperare la maggior parte di over-spray (prodotti idrosolubili) che normalmente si disperdono nelle comuni cabine di verniciatura. E’ costituito da un pannello in acciaio INOX aisi 304 a cui viene applicata una pellicola antiaderente in vetro-teflon ad alta resistenza con la capacità di facilitare la colatura della vernice verso un apposito contenitore. Il principio di funzionamento è basato sulla condensazione dell’umidità presente nell’aria tramite l’abbassamento della temperatura della parete stessa: il funzionamento dunque è completamente statico e ciò permette di non alterare le caratteristiche chimico-fisiche delle vernici con conseguente riutilizzo delle stesse senza la minima aggiunta di additivi. Al termine della sezione di lavoro e prima di spegnere il sistema di refrigerazione il pannello di recupero viene  pulito con una comunissima racla lava-vetri. Motorizzazione: il pannello di recupero della vernice a freddo è montato su telaio con scorrimento controllato da corsie fisse a terra e ruote ad alta scorrevolezza

Cabine pressurizzate

Struttura con pannelli modulari coibentati e/o con pannelli in lamiera zincata completi di profili di contenimento. Telaio di supporto filtro frontale. Filtro frontale: filtro inerziale raccogli vernice multistrato e/o paint stop. Filtro a cassetti, di facile accesso per una corretta filtrazione del particolato sfuggito al filtro frontale. Strumento di rilevazione filtri intasati secondo normativa. Elettro ventilatore a pale rovesce bilanciato per temperature massime di esercizio pari a 80°C. Plenum reintegro aria in pressione per una corretta filtrazione dell’aria in entrata al completo di filtri a celle a facile estrazione. Gruppo di riscaldamento aria con batteria ad acqua calda al completo di ventilatore, termo valvola, termoregolatore e sonde di controllo temperatura (potenza calorica e fornitura acqua calda 80° a carico dell’utilizzatore). Plafoniere di illuminazione in versione IP65 AD-FT con tubi fluorescenti al neon da 58 + 58 Watt opportunamente distribuite. Quadro elettrico di comando in esecuzione CE.

Cabine di verniciatura abbattimento umido

La CAV INOX :strutture in inox aisi 316;corpo struttura generale; pannelli di contenimento; vasca stagna a tenuta acqua; velo acqua caduta frontale; profili di rinforzo e veli interni. Completano la CAV inox: Elettro pompa del tipo centrifugo monogirante in acciaio INOX – tenuta vidia fpm; Elettro ventilatore – bocca di lancio regolabile 360°, pale rovesce bilanciate ( temperature massime d’esercizio 80°C);Quadro elettrico di comando in esecuzione CE; Separatori Drift ( aria-acqua ) parte superiore-interna; Cassetto asportabile per accesso facilitato al cambio Drift; Circuito idraulico in tubazioni pvc; Valvole manuali esterne regolazione flusso acque; Plafoniere di illuminazione IP65 AD-FT.

Cabine di verniciatura abbattimento secco

Struttura con pannelli modulari coibentati e/o con pannelli in lamiera zincata completi di profili di contenimento. Telaio di supporto filtro frontale. Filtro frontale : filtro inerziale raccogli vernice multistrato e/o paint stop. Filtro a cassetti, di facile accesso per una corretta filtrazione del particolato sfuggito al filtro frontale. Strumento di rilevazione filtri intasati secondo normativa UNI 9941. Plenum reintegro aria in depressione (in base al luogo d’installazione) per una corretta filtrazione dell’aria in entrata al completo di filtri a celle a facile estrazione. Elettro ventilatore a pale rovesce bilanciato per temperature massime di esercizio pari a 80°C. Plafoniere di illuminazione in versione IP65 AD-FT con tubi fluorescenti al neon da 58 + 58 Watt opportunamente distribuite. Quadro elettrico di comando in esecuzione CE.

Compensatore d’aria

Il compensatore d’aria viene normalmente utilizzato per il reintegro dell’aria nelle zone di lavoro dove si vuole ottenere un buon grado di compensazione dovuta alla depressione creata da zone di verniciatura (cabine) o di lavoro ( aspiratori ). La sua caratteristica tecnica è quella di aspirare l’aria dall’esterno e dopo adeguato trattamento di filtrazione,  passarla attraverso una batteria ad acqua calda e di immetterla a basso regime all’interno della zona di lavoro tramite opportune tubazioni. Batteria Radiante alimentata ad acqua completa di una valvola a tre vie per la regolazione dell’acqua proveniente della caldaia e termostato da tubazione di presenza acqua in temperatura .Termostato programmabile per il controllo temperatura in ambiente. Ventilatore studiato per l’aspirazione d’aria con elevato rendimento e contenuta rumorosità, particolarmente indicato per impianti di trattamento aria con una temperatura massima di esercizio pari a 90°c.